Leopoldia comosa, Muscari comosum Per una scelta consapevole Phytochemicals ed evidenze scientifiche for interesting health beneficial effects

Pianta erbacea frequente negli incolti erbosi, campi, vigneti, talora lungo i margini di1.jpgstrade dal mare alla zona montana, caratterizzata dal bulbo ovoidale di 3-4 cm di diametro esternamente rosso-bruno ramato e all’interno bianco, simile a una piccola cipolla di sapore amarognolo, dal fusto privo di foglie alto 25-50 cm, dalle foglie carnose 2.jpglunghe circa 35-40 cm, scanalate a doccia e appuntite, emergenti dal bulbo, dai fiori riuniti in un racemo terminale formato in alto da un ciuffo di fiori sterili azzurro-violacei e in basso da fiori fertili, peduncolati all’ascella di piccole brattee biancastre lanceolate con perigonio sintepalo, cilindrico-urceolato, violaceo più o meno scuro, con sei tepali a margini triangolari giallastri, con sei stami ad antere rossicce, con stilo e stimma bianchi, con ovario supero tricarpellare, da frutti a mo’ di capsule ottuse-subtriangolari che si aprono a maturità in tre valve con semi subsferici.
Questa pianta, diffusa in molte regioni del Mediterraneo, da sempre è alimento popolare,3.jpg nonostante il suo spiccato sapore amaro, e medicina tradizionale per le sue proprietà diuretiche, depurative, blandamente lassative, ipocolesterolemizzanti e ipoglicemizzanti ed emollienti confermate da studi attuali che evidenziano anche altre possibilità salutistiche [1]. I bulbi di Muscari comosum show promising antioxidant and hypoglycaemic activity via the inhibition of carbohydrate digestive enzymes. These activities may be of interest from a functional point of view and for the revalorization of this ancient non-cultivated vegetable of Mediterranean traditional gastronomy [2].
I bulbi si nettanno dal terriccio e dai residui delle radici, si privano della pellicola esterna, si lavano, si incidono alla base con un taglio 4.jpga croce, si lessano in acqua un poco salata. Per eliminare maggiormente il sapore amarognolo si possono tenere in ammollo per qualche ora in acqua e poi lessarli oppure cambiare l’acqua di cottura. I bulbi lessati si prestano per minestre, zuppe, frittate, torte salate, salse o semplicemente conditi con olio extravergine d’oliva in insalata. Ottimi i lampascioni in agrodolce, altrettanto ottimi i lampascioni conservati sott’olio.
Dal punto di vista nutrizionale il bulbo svolge circa 40 Kcal per 100 g di parte edibile. Contiene zuccheri complessi come amido e semplici come saccarosio, fruttosio, glucosio e arabinosio, quantitativi minimi di amminoacidi e di acidi grassi, di gomme e di mucillagini. La vera peculiarità è data dalla buona presenza di minerali, quali potassio, fosforo, calcio, ferro, rame, manganese e magnesio. Le vitamine del gruppo B e la C sono5.jpg presenti in tracce. Il pregio del Muscari sta soprattutto nel suo alto contenuto di fitochimici. Come tutte le piante spontanee e coltivate, anche il Leopoldia comosa mostra una certa variabilità nella composizione chimica, però extract obtained from wild bulbs demonstrated both antioxidant and anti-obesity activities that might be attributed to a 6.jpgwide range of present phenolic compounds [3]. Infatti oltre ad una buona percentuale di triterpeni e triterpeni glicosilati, i bulbi di Muscari comosum contain a total amount of the phenols with a value of 56.6 mg chlorogenic acid equivalent per gram of extract and a flavonoid content of 23.4 mg quercetin equivalent per gram of extract [3]. Tra tutti i metaboliti secondari presenti, gli omoisoflavanoni si caratterizzano per un ampio spettro di proprietà biologiche: alcuni manifestano proprietà antinfiammatorie, analgesiche, ipocolesterolemiche, oltre a proprietà

7.jpgantiallergiche, antistaminiche e antimutageniche [4]. Inoltre agiscono come scavanger dei radicali liberi, bloccano la perossidazione lipidica e inibiscono l’enzima xantinaossidasi [4]. Accanto a questa attività antiossidante, presentano una potenziale attività ipoglicemica nei saggi di inibizione dell’α-amilasi e α-glucosidasi [4].
8.jpgNel lavoro antioxidant, enzyme-inhibitory and antitumor activity of the wild dietary plant Muscari comosum (L.) Mill., apparso sull’International Journal of Plant Biology, si legge che total extracts from bulbs of Muscari comosum were tested for i) free radical scavenging activity, ii) in vitro enzymatic inhibition of pancreatic α-amylase and lipase, and iii) inhibition of the growth of breast adenocarcinoma cells [5]. Gli Autori evidenziano che l’inibizione della lipasi previene il rilascio degli acidi grassi e quindi non promuove l’assorbimento dei grassi stessi. This inhibitory effect has already been found for the anti-obesity drug Orlistat, containing tetrahydrolipstatin as active ingredient [5]. I bulbi di lampascione, se le evidenze scientifiche verranno ulteriormente confermate, potranno entrare in eventuali futuri prospetti nutrizionali nell’alimentazione ipocalorica di persone in sovrappeso.
Inoltre the homoisoflavanones are responsible for the bitter taste of many vegetables [6]. Da sempre la cultura popolare ritiene che il sapore amaro dei cibi d’origine vegetale9.jpg svolga proprietà benefiche sulla salute. Nel caso del Muscari, gli omoisoflavanoni confer a strong antioxidant capacity and have antimutagenic properties [5].

**
Avvertenze

Questo scritto vuole informare e orientare il lettore verso scelte nutrizionistiche consapevoli, non intende assolutamente proporsi come guida di una qualsiasi indicazione e, tanto meno, di una qualsiasi prescrizione di carattere dietetico e/o medico. La pianta proposta non ha controindicazioni specifiche se consumata secondo modalità di buon senso. Pochi, i casi di allergia riferiti dalla letteratura per ingestione dei bulbi. Si legge in un lavoro allergy to Muscari comosum bulb, che in un paziente symptoms 10.jpgdeveloped even after inhalation of cooking vapors and ingestion of very low quantities resulting from a hidden source [7].

Giovanna Masini

**
Bibliografia

[1] Kayiran SD, Ozkan EE, The ethnobotanicall uses of Hyacnthaceae species growing in Turkey and a review of pharmacological activities, “Indian Journal of Traditional Knowledge”, 2017;16(2),243-250

[2] Loizzo MR, Tundis R, Menichini F, Pugliese A, Bonesi M, Solimene U, Chelating, antioxidant and hypoglycaemic potential of Muscari comosum (L.) Mill. bulb extracts, “International Journal of Food Sciences and Nutrition”, 2010;61(8):780-91

[3] Marrelli M, La Grotteria S, Aranti F, Conforti F, Investigation of the potential health11.jpg benefits as lipase inhibitor and antioxidant of Leopoldia comosa (L.) Parl.: variability of chemical composition of wild and cultivated bulbs, “Plant foods for human nutrition”, 2017,10.1007/s11130-017-0618-1

[4] Bassoli A, Borgonovo G, Morini G, Il buono dell’amaro, “Intersezioni”, 30aprile 2014, n.46

[5] Casacchia T, Sofo A, Casaburi I, Marrelli M, Conforti F, Statti G, Antioxidant, enzyme-inhibitory abd abtitumor activity of the wild dietary plant Muscari comosum (L.) Mill., “International Journal of Plant Biology”, 2017; volume 8:6895

[6] Pieroni A, Nebel S, Quave C, Munz H, Heinrich M, Ethnopharmacology of liakra: traditional weedy vegetables of the Arbereshe of the Vulture area in southern Italy, “Journal of Ethnopharmacology”, 2002;81,165-185

[7] Foti C, Nettis E, Cassano N, Damiani E, Ferrannini A, Vena GA, Allergy to Muscari comosum bulb, “Allergy Net”, 2007;62:1217-1218

Advertisements
Annunci

Posted by

Natura, colori, sapori, odori, armonia psicofisica e ricerca scientifica; il tutto per l'uomo e per il suo benessere, sfogliando sciencescratch

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.