Mora di rovo. Per una scelta consapevole. Phytochemicals ed evidenze scientifiche for interesting health beneficial effects

1.jpgTante piccole drupe, aggregate attorno al ricettacolo, dapprima verdi, poi rosse e infine, a maturità, dal bluastro al nerastro, cosparse di pruina biancastra, formano la mora che è il tipico frutto del rovo, pianta spontanea presente nei boschi, negli incolti, lungo le siepi, in tutte le aree collinari o montane. Il rovo, in tante varietà e cultivar rustiche e vigorose generalmente inermi, viene coltivato per la produzione in grande quantità delle more, più grosse, più consistenti, nero brillanti però dolci e aromatiche soltanto a completa maturazione, adatte soprattutto alla produzione di conserve, meno al consumo fresco. Attualmente entrano in produzione nuove varietà che danno frutti più gustosi, dolci e aromatici.
Le more si consumano al naturale, si trasformano in succhi, sciroppi, sorbetti, gelatine, marmellate, salse e liquori, entrano in farmacia come correttivo del sapore, entrano in pasticceria artigianale e casalinga, danno guarnizioni eleganti a piatti dolci e salati, si conservano sotto alcol, aromatizzano da sole o con altre bacche la grappa, si lasciano 2.jpgmacerare in acqua con aceto bianco e zucchero per ottenere una bevanda dissetante, si fanno fermentare per ottenere una bevanda acidula di modesta gradazione alcolica che per distillazione dà un’acquavite di elevato pregio.
Si colgono in primavera i germogli teneri del rovo selvaggio ancora inermi che si prestano per entrare nelle misticanze di erbe selvagge e per entrare in minestre, zuppe, risotti, frittate.
3.jpgSecondo la tradizione erboristica il succo dei frutti normalizza l’intestino e dà sollievo ai sofferenti di emorroidi, mentre per via esterna mediante sciacqui e gargarismi giova nelle infiammazioni del cavo orale. È antico l’uso di masticare le foglie di rovo come astringente contro le emorragie gengivali. Secondo la tradizione erboristica il decotto delle foglie gode di azione decongestionante, astringente e antiinfiammatoria utile sia per lenire i disturbi intestinali, sia, mediante gargarismi e sciacqui, per lenire le infiammazioni del cavo orale. Inoltre la tradizione popolare attribuisce alle more di bosco, oltre alle proprietà dissetanti, antiinfiammatorie, astringenti e lenitive, anche proprietà diuretico-depurative.
Le piante selvagge di Rubus fruticosus are wide spread in different parts of northern countries e, secondo la tradizione popolare, have been extensively used in herbal medicine 4.jpg[1]. Il ricorso incontra il consenso della ricerca scientifica. The result show that European blackberry plants are used for herbal medicinal purpose such as antimicrobial, anticancer, antidysentery, antidiabetic, antidiarrheal, and also good antioxidant [1]. Proseguendo la lettura si apprende che blackberry root is one component of a decoction used to treat dysentery. Blackberry root has been used to treat diarrhea. Blackberry bush has been used to treat whooping cough. Blackberry juice has been recommended for colitis. Whereas a tea made from the roots has been used for labor pain. The leaves of the blackberry have been chewed for toothache [1].
Pharmacological profile of the aerial parts of Rubus ulmifolius [2], rileva phytochemicals like flavonoids and tannins, i quali godono di significant antioxidant and antipyretic 5.jpgactivity [2]. Si legge anche nel lavoro Rubus fruticosus L.: constituents, biological activities and health related uses, che le aereal parts svolgono diverse pharmacological activities such as antioxidant, anti-carcinogenic, anti-inflammatory, antimicrobial anti-diabetic, anti-diarrheal, and antiviral [3].
Il Decreto Ministeriale del 27 marzo 2014 riconosce al Rubus fruticosus proprietà importanti sia alle foglie, sia ai frutti. Si legge: folium: regolarità del transito intestinale. Benessere della gola. Fructus: azione di sostegno e ricostituente [4].
I frutti da sempre suscitano interesse medicinale e cosmetologico e soprattutto godono di buon valore nutritivo. Il loro apporto energetico si aggira sulle 36kcal/100g di parte edibile [5]. Sono a concentrated source of valuable nutrients, as well as bioactive constituents of therapeutic interest highlighting its importance as a functional food [3].6.jpg
Come tutti i prodotti dell’agricoltura, risentono dei various agrogeoclimatological factors like cultivar, environmental conditions of the area, agronomic practices employed, harvest time, post-harvest storage and processing techniques all influence the nutritional composition [3].
La mora suscita interesse per il suo high levels of anthocyanins and other phenolic compounds, mainly flavonols and ellagitannins, which contribute to its high antioxidant capacity and other biological activities [6]. I composti fenolici, ancora privi di un fondamento scientifico solido, sembrano godere di protective effects on age-related neurodegenerative diseases and bone loss in vivo and can inhibit low-density lipoprotein and liposomal oxidation in vitro [6]. Altrettanto può dirsi che abbisognano di ulteriori studi the antiobesity, antidiabetic, antimicrobial, and anti-inflammatory properties of blackberry phenolic compounds [6].
7.jpgIl lavoro phenolic extracts of Rubus ulmifolius Schott flowers: characterization, microencapsulation and incorporation into yogurts as nutraceutical sources, ha dimostrato the antioxidant potential of the Rubus ulmifolius hydroalcoholic extract and the effectiveness of the microencapsulation technique used for its preservation, thus opening new prospects for the exploitation of these natural phenolic extracts in food applications [7].
Il rovo, in particolare i suoi polifenoli presenti sia nei frutti, sia nelle foglie, showed antibacterial activity against both of the H. pylori strains [8]. Inoltre i risultati ottenuti da studi e ricerche of blackberry extract and its antiproliferative and anti-inflammatory properties, hanno evidenziato che hull blackberry extract (HBE) has potent antioxidant, antiproliferative, and anti-inflammatory activities and that HBE-formulated products may have the potential for the treatment and/or prevention of cancer and/or other inflammatory diseases [9].
Il lavoro per valutare le proprietà antivirali sul virus dell’herpes simplex ha mostrato che l’estratto di mora could provide advantage as a topical prophylactic/therapeutic agent for HSV infections [10]. Inoltre, in un lavoro eseguito sui ratti, si legge che le antocianine contained in the blackberry extract exert multiple protective effects in carrageenan-induced pleurisy [11].

***

Avvertenze

Questo scritto vuole informare e orientare il lettore verso scelte nutrizionistiche consapevoli, non intende assolutamente proporsi come guida di una qualsiasi indicazione e, tanto meno, di una qualsiasi prescrizione di carattere dietetico e/o medico.
La pianta proposta non ha controindicazioni a meno di una particolare sensibilità individuale e di allergie specifiche.8.jpg
L’allergia alle more di rovo raramente si legge in letteratura, forse perchè è un frutto selvaggio, attualmente anche coltivato, di scarso consumo in un periodo molto limitato nel tempo. There have been two reports of anaphylaxis to blackberry [12]. Questo studio mette in evidenza che la mora non possiede alcuna cross-reattività with other members of the Rosaceae family (apple, almond, apricot, cloudberry, dewberry, raspberry, et cetera). Inoltre l’allergene cui si attribuisce l’allergia della mora si distingue anche from that which has been reported to blueberry. Thus there is, to the best of my knowledge, no known cross-reactivity between these two berries [12].9.jpg

Giovanna Masini

***

Bibliografia

[1] Rameshwar Verma, Tushar Gangrade, Rakesh Punasiva, Chetan Ghulaxe, Rubus fruticosus (blackberry) use as an herbal medicine, “Pharmacognosy Review”, 2014;8(16):101-104

[2] Niaz Ali, Mohammad Shaoib, Syed Wadood, Ismail Shah, Muhammad Shuaib, Pharmacological profile of the aerial parts of Rubus ulmifolius Schott, “BMC Complement & Alternative medicine”, 2017;17:59

[3] Zia-Ul-Haq M, Riaz M, De Feo V, Jaafar HZ, Moga M, Rubus fruticosus L.: constituents, biological activities and health related uses, “Molecules”, 2014;19(8):10998-11029

[4] D. 27 marzo 2014, in materia di Aggiornamento del DM 9 luglio 2012 sulla disciplina nell’impiego negli integratori alimentari di sostanze e preparati vegetali10.jpg

[5] Banca Dati di Composizione degli Alimenti INRAN, I dati delle Tabelle di composizione degli alimenti sono a cura di Emilia Carnovale-Luisa Marletta, Roma, 2013

[6] Kaume L, Howard LR, Devareddy L, The blackberry fruit: a review on its composition and chemistry, metabolism and bioavailability, and health benefits, “Journal of Agricultural and Food Chemistry”, 2012;60(23):5716-27

[7] Martins A, Barros L, Carvalho AM, Santos-Buelga C, Fernandes IP, Barreiro F, Ferreira IC, Phenolic extracts of Rubus ulmifolius Schott flowers: characterization, microencapsulation and incorporation into yogurts as nutraceutical sources, “Food & Function”, 2014;5(6);1091-100

11.jpg[8] Martini S, D’Addario C, Colacevich A, Focardi S, Borghini F, Santucci A, Figura N, Rossi C, Antimicrobial activity against Helicobacter pylori strains and antioxidant properties of blackberry leaves (Rubus ulmifolius) and isolated compounds, “International Journal of antimicrobial Agents”, 2009,34(1):50-9

[9] Dai J, Patel JD, Mumper RJ, Characterization of blackberry extract and its antiproliferative and anti-inflammatory properties, “Journal of Medicinal Food”, 2007;10(2):258-65

[10] Danaher TJ, Wang C, Dai J, Mumper RJ, Miller CS, Antiviral effects of blackberry extract against herpes simplex virus type 1, “Oral Surgery, Oral Medicine, Oral Pathology, Oral radiology, and Endodontics”, 2011;112(3):e31-5

[11] Rossi A, Serraino I, Dugo P, Di Paola R, Mondello L, Genovese T, Morabito D, Dugo G, Sautebin L, Caputi AP, Cuzzocrea S, Protective effects of anthocyanins from blackberry in a rat model of acute lung inflammation, “Free Radical Research”, 2003;37(8):891-900

[12] American Academy of Allergy Asthma & Immunology

Annunci

Posted by

Natura, colori, sapori, odori, armonia psicofisica e ricerca scientifica; il tutto per l'uomo e per il suo benessere, sfogliando sciencescratch

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.