Albicocca, Prunus armeniaca, per una scelta consapevole. Phytochemicals ed evidenze scientifiche for interesting health beneficial effects

1.jpg

Frutto di varia pezzatura, di forma rotonda, ellissoidale, cordiforme, ovato-ellittica, oblungo-ovoidale, di colorazione dal giallo più o meno carico al giallo-aranciato, di sovraccolore rosso variabile per intensità, estensione e distribuzione, di polpa zuccherino-acidula, fragrante, succosa, consistente, di profumo intenso. Tanti gli ecotipi locali e le varietà antiche, interessanti per i loro caratteri organolettici, che purtroppo per le loro caratteristiche di mercato non incontrano il favore della grande distribuzione e restano soltanto delizia per gli appassionati.
Si consuma al naturale, entra in guarnizioni e in farce, si trasforma in succo, nettare, sciroppo, marmellata, gelatina, si può sciroppare, candire, essiccare o disidratare, conservare sotto alcol o sotto grappa.
Delle albicocche si consumano pure i gherigli dei noccioli a mo’ di mandorle, sia al naturale, sia nella preparazione di snack dolci e salati. Non tutti i gherigli sono2.jpg commestibili; alcune varietà, rispetto a tutte le altre, sono di sapore amaro per la presenza, come nei semi di altre Rosacee, di un’alta percentuale di amigdalina, glicoside cianogenetico [1]. Amygdalin is a cyanogenic glycoside found in the seeds of several plants belonging to the Rosaceae family [2]. Nel secolo scorso alcuni chimici hanno studiato questo principio, sono riusciti a isolare una sostanza simile con una molecola di glucosio in meno, l’hanno denominata laetrile cui hanno attribuito un’attività benefica, mai dimostrata, nei confronti del cancro [3].
Dell’albicocco si usano anche le foglie il cui estratto gode di proprietà, per via topica, emollienti e lenitive. Vi è uno studio che mette in evidenza l’utilità di questo estratto anche per via interna: studying of hepatoprotective properties of dry extract from apricot leaves on the model of liver lesion by tetrachloromethane [4]. Senz’altro servono altre ricerche e altri studi per approfondire questa tematica, tenendo presente che quando si ricorre ad un prodotto a base di erbe si deve avere la massima sicurezza d’uso e si devono conoscere le interazioni con i farmaci cui eventualmente si 3.jpgdebba far ricorso. Many people have the mistaken notion that, being natural, all herbs and foods are safe; this is not so. Very often, herbs and food may interact with medications you normally take, result in serious reactions [5].
L’albicocca è ricca di minerali quali calcio, ferro, magnesio, fosforo e potassio, acidi organici tra cui il malico, il citrico, il succinico, l’ascorbico, vitamine del gruppo B, la C, la E, il beta-carotene e tracce di licopene, composti fenolici come l’acido clorogenico, la rutina e un buon livello di acido gallico e di epicatechina [6], zuccheri semplici, sorbitolo e pectina.
Il valore energetico dell’albicocca fresca si aggira mediamente sulle 28 kcal/100g di parte edibile, invece dell’albicocca disidratata sulle 349 kcal/100g, sciroppata 63 kcal/100g, secca 274 kcal/100g. [7].
4.jpgLe sostanze funzionali, presenti in buona percentuale a completa maturazione, come  d’altra parte presenti in tutta la frutta acidulo-zuccherina, conferiscono proprietà utili al buon funzionamento cardio-circolatorio, epatobiliare e intestinale, a mantenere efficiente il sistema immunitario, il meccanismo della visione, l’equilibrio acido-base, il bilancio ormonale e a conservare la salute di pelle e mucose, comunque la funzione antiossidante, espressa prevalentemente dal beta-carotene, dalla vitamina C e dai composti fenolici, fa avvertire la sua azione sull’intero organismo. L’albicocca non presenta alcun dubbio sul suo consumo; è 5.jpgnormalmente ben tollerata a livello gastrointestinale e sistemico, però plums, peaches, apricots and cherries may produce allergic reaction in certain individuals, as it contains salicylates [5].
Nelle Prunoidee, quali appunto prugna, pesca, albicocca, ciliegia, mandorla, vi è un allergene alimentare (di recente scoperta) che può essere causa di reazioni allergiche, la Lipid Transfer Protein (LTP). Apricots are widely grown in Europe, and allergic reactions are becoming more common, especially oral allergy syndrome. Apricot belongs to the botanical subfamily of Prunoideae, which includes peach, the major allergen of which was identified as a 9-kd protein, a lipid transfer protein (LTP) [8].
6.jpgL’olio di albicocca ottenuto dalla spremitura a freddo dei noccioli, ricco di acidi grassi mono e poli-insaturi, quali oleico, linoleico e linolenico, di alfa, gamma e delta-tocoferoli, di fitosteroli, in particolare di beta-sistosterolo, caroteni e vitamina A, si presta sia per l’uso di cucina in sostituzione dell’olio di oliva, sia per la preparazione di integratori alimentari. Il Ministero della Salute, a proposito di Prunus armeniaca scrive: oleum: azione emolliente e lenitiva (sistema digerente) [9].
Diversi studi condotti sui ratti, comunque servono approfondimenti più dettagliati, tendono a dimostrare che quest’olio has potent cardioprotective effects, and could be developed as a nutriment for the treatment and prevention of myocardial infarcts [10], che ha buona potenzialità come a nutritional supplement can be proposed to ameliorate chemotherapy-associated 7.jpgimmunosuppression [11] e che ha valenza as complementary medicines in colitis treatment [12].

Giovanna Masini

***

Bibliografia

[1] F. Capasso, R. De Pasquale, G. Grandolini, N. Mascolo, Farmacognosia, Farmaci naturali, loro preparazioni ed impiego terapeutico, Springer-Verlag Italia, Milano, 2004

[2] Krafft C, Cervellati C, Paetz C, Schneider B, Popp J, Distribution of amygdalin in apricot (Prunus armeniaca) seeds studied by Raman microscopic imaging, “Applied spectroscopy”, 2012;66(6):644-98.jpg

[3] Alessandro Bruni, Farmacognosia generale e applicate. I farmaci naturali, Piccin Nuova Libraria S.p.A., Padova, 1999

[4] Shtroblia AL, Fira LS, Likhatskii PG, Pyla VP, Vashkeba EM, Medvid II, Studying of hepatoprotective properties of dry extract from apricot leaves on the model of liver lesion by tetrachloromethane, “Vestnik Rossiiskoi Akademii Meditsinskikh Nauk”, 2013;(3):68-72

[5] Sarfarai Hussain, Patient Counseling about Herbal-Drug Interactions, “African Journal of Traditional, Complementary and Alternative Medicines”, 2011;8(5 Suppl):152-163

9.jpg[6] Tuncay Kan, Muttalip Gundogdu, Sezai Ercisli, Ferhad Muradoglu, Ferit Celik, Mustafa Kenan Gecer, Ossama Kodad, Muhammad Zia-Ul-Haq, Phenolic compounds and vitamins in wild and cultivated apricot (Prunus armeniaca L.) fruits grown in irrigated and dry farming conditions, “Biological Research”, 2014;47(1):46

[7] Banca Dati di Composizione degli Alimenti INRAN, I dati delle Tabelle di composizione degli alimenti sono a cura di Emilia Carnovale-Luisa Marletta, Roma, 201310.jpg

[8] Pastorello EA, D’Ambrosio FP, Pravettoni V, Farioli L, Giuffrida G, Monza M, Ansaloni R, Fortunato D, Scibola E, Rivolta F, Incorvaia C, Bengtsson A, Conti A, Ortolani C, Evidence for lipid transfer proteinas the major allergen of apricot, “The Journal of Allergy and Clinical Immunology”, 2000;105(2 Pt 1):37-7

[9] D. 27 marzo 2014, in materia di Aggiornamento del DM 9 luglio 2012 sulla disciplina nell’impiego negli integratori alimentari di sostanze e preparati vegetali

[10] Zhang J, Gu HD, Zhang L, Tian ZJ, Zhang ZQ, Shi XC, Ma WH, Protective effects of apricot kernel oil on myocardium against ischemia-reperfusion injury in rats, “Food and Chemical Toxicology”, 2011;49(12):3136-41

11.jpg[11] Tian H, Yan H, Tan S, Zhan P, Mao X, Wang P, Wang Z, Apricot Kernel Oil Ameliorates Cyclophosphamide-Associated Immunosuppression in Rats, “Lipids”, 2016;51(8):931-9

[12] M. Minaiyan, A. Ghannadi, M. Asadi, M. Etemad, P. Mahzouni, Anti-inflammatory effect of Prunus armeniaca L. (Apricot) extracts ameliorates TNBS-induced ulcerative colitis in rats, “Research in Pharmaceutical Sciences”, 2014;9(4):225-231

 

 

Annunci

Posted by

Natura, colori, sapori, odori, armonia psicofisica e ricerca scientifica; il tutto per l'uomo e per il suo benessere, sfogliando sciencescratch

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.